Hosting Gratuiti per WordPress: i migliori Host Gratis dove ospitare il tuo sito web

Scopri quali sono i migliori host free a scegliere tra gli hosting gratuiti migliori per wordpress.

Vuoi sapere qual’è l’host gratuito migliore per WordPress? Per rispondere a questa domanda devi prima rispondere a questa: tu che esigenze hai?

Probabilmente stai cercando un servizio host gratis per wordpress perché hai deciso di iniziare a creare un blog o un sito web. Giusto?

A questo punto devo avvisarti di una cosa: scegliere un servizio di hosting gratuito non è la scelta più professionale da fare.

Il perché è spiegato dal fatto che tutti i servizi di hosting gratuiti, sono soggetti a tantissime limitazioni.

Se desideri approfondire il discorso sulle limitazioni alle quali vai incontro, nella scelta di un host gratuito, puoi leggere l’articolo su come scegliere l’ Hosting migliore per il tuo Sito web.

Per questo motivo il mio consiglio è quello di scegliere uno tra i migliori servizi di hosting a pagamento se non addirittura il migliore: Siteground.

Fatte queste doverose premesse, è il momento di passare subito alla lista dei migliori hosting gratuiti e relative caratteristiche che ti saranno utilissime per scegliere il servizio di hosting più adatto alle tue esigenze.

Ecco di seguito la lista aggiornata dei Migliori Servizi di Hosting Gratuiti per WordPress.

Altervista

Altervista: il migliore hosting gratuito in assoluto.

Altervista è considerato da tanti come il migliore servizio di hosting gratuito ed è per questo anche il più conosciuto.

Permette di creare un sito internet da zero ed è adatto sia a webmaster esperti che neofiti.

Altervista offre una piattafroma WordPress già integrata, attraverso la quale sarà possibile caricare i tuoi contenuti in modo semplice.

Sia per i siti che per i blog, su Altervista, verrà caricata l’ultima versione di WordPress rilasciata.

Sul noto hosting gratuito la pubblicità non è inserita forzatamente, come in altri portali, ma è l’utente a scegliere come inserirla (con banner preimpostati da Altervista).

Il blog o sito avrà sempre la dicitura altervista.org nell’indirizzo, in quanto solo il sottodominio è gratuito.

C’è comunque la possibilità di acquistare un dominio con il classico www.tuosito.com e se disponi già di un sito, puoi trasferirlo su Altervista senza problemi.

Altervista: le caratteristiche

Le caratteristiche dell’hosting gratuito offerto da Altervista sono:

  • Spazio web 500 MB
  • Traffico di 10 GB mensili (espandibile)
  • MySql e 20.000 operazioni orarie (Standard)
  • CloudFlare gratuito
  • HTTPS 3,90 € annuali.

000webhost.com

000webhost: uno dei servizi di hosting free più conosciuti in italiano.

oooWebhost offre spazio web limitato a 1,5 GB, sottodominio con estensione .net78.net, versione attuale di cPanel, con un autoinstaller che non funziona, o meglio vi è un avviso che avverte che il servizio è in manutenzione, ma per gli utenti premium è disponibile (chissà perché) 🙂

Comunque basta caricare il CMS via FTP e lanciare l’installazione dal browser. C’è anche un’alternativa a cPanel, Zyro Builder che permette di creare il sito attraverso di trascinamento di moduli nella pagina, un po’ come avviene con Weebly.

Personalmente non l’ho provato e non so se permette la creazione di siti dinamici (per sempio blog).

Alternative ai principali Hosting gratuiti più affidabili

  • Altro hosting gratuito: xtreemhost.com regala 5 GB di spazio e 200 GB di traffico mensile. La cosa negativa è che lo trovo un po’ lento con la piattaforma WordPress.
  • netsons.com – Lo metterei al primo posto se non ci fosse la clausola d’inserire la loro pubblicità all’interno del sito, che ci può anche stare. Il problema consiste nel fatto che il mantenimento del servizio è collegato a dei punti che si accumulano attraverso le sessioni dei visitatori, quindi nel caso di un blog scarsamente frequentato, almeno inizialmente, ci potrebbe essere il serio rischio di vedersi sospeso l’account.
  • xtremhost.com – Discreto, un po’ lento, ma stiamo parlando di un hosting gratis e non ci possiamo lamentare. 2,5 GB di spazio disponibile, 30 scripts installabili automaticamente, 100 GB di trasferimenti mensili consentiti. Mancanza della funzione sendmail.
  • hostinggratis.it – Forniscono 1 GB di spazio e 5 GB di traffico mensile. L’attivazione del database MySQL va richiesta attraverso e-mail al servizio clienti. Se ci sono altre richieste o problemi ti arrangi, perché l’assistenza è riservata ai clienti paganti. Completato il sito può essere richiesto un dominio di secondo livello, attivato gratuitamente. Non c’è possibilità d’inserire Adsense o altri servizi simili, perché il servizio si mantiene attraverso l’esposizione di un banner al di sopra dell’header su tutti i siti gratuiti ospitati sul server.

Conclusioni

Come ho già detto all’inizio, un hosting gratuito non va bene per un progetto professionale a lungo termine. Sono tante le limitazioni e gli svantaggi di un servizio di hosting gratuito che non posso fare altro che consigliarti di affidarti a un servizio di hosting a pagamento.

Ti consiglio (se proprio devi) di provare uno dei servizi proposti in lista e magari anche di portare avanti un sito parallelo al progetto principale. Può sempre essere utile, con l’esperienza poi capirai anche il perché.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Condividi adesso!