Come installare WordPress in manuale e Gestire un Blog – Guida per impostare il tuo Blog –

Come installare WordPress e gestire il tuo blog in modo efficace.

Vuoi creare un blog WordPress? Non sai da dove cominciare e stai cercando una guida facile e gratis per installare WordPress. Giusto?

Allora sei capitato nell’articolo giusto dove imparare a gestire un blog gratis in WordPress!

Questo articolo, insieme ad altri, fa parte della guida completa su come creare un blog di successo e diventare blogger che ti consiglio di leggere nel modo più assoluto!

Ma veniamo al dunque. In particolare, adesso, è il momento di vedere come installare WordPress, da zero ed in pochissimo tempo!

Ma cosa ti serve per creare il tuo blog con WordPress?

Serve:

  • installare l’ultima versione di WordPress.org che puoi scaricare qui
  • un database MySQL vuoto (per memorizzare tutte le impostazioni e i contenuti del sito)
  • un Dominio da registrare (e acquistare) per dare un nome al tuo blog
  • uno spazio hosting web dove ospitare il blog.

Hai già scelto il miglior servizio di hosting per WordPress dove pubblicare il tuo blog? Perfetto, allora possiamo proseguire!

Altrimenti ti suggerisco di leggere l’articolo dove ti spiego: come installare WordPress e acquistare hosting e dominio.

Una volta scelto il miglior servizio di hosting (ti consiglio uno dei piani offerti da Siteground) è il momento di installare l’ultima versione del pacchetto (con tutti i files) di WordPress.

Vediamo subito come fare.

Come Installare WordPress e creare il tuo Blog Gratis

Come installare WordPress.org e creare un blog gratis.Per l’installazione di WordPress sul tuo spazio server (hosting), hai due possibilità:

  1. installare WordPress in modalità “manuale”
  2. installare WordPress in “automatico” (con un clic).

Nel primo caso il procedimento è più impegnativo, ma nulla che ti impedisca di raggiungere il tuo obiettivo: creare un blog WordPress e portarlo al successo!

Vediamo come fare in entrambi i casi. Seguimi con attenzione servirà pochissimo tempo. Promesso!

1) Installare WordPress in manuale

Per installare WordPress su di uno spazio web è necessario scaricare l’insieme di cartelle e file che costituiscono il CMS e trasferirlo nello spazio web che ospiterà il sito.

Vai a questo indirizzo per scaricare il pacchetto dell’ultima versione dal sito ufficiale di WordPress.org in lingua italiana.

Il file che contiene il tutto è compresso nel formato ZIP e dovrà essere decompresso prima del trasferimento sullo spazio di hosting scelto.

L’archivio compresso appena descritto contiene una cartella chiamata wordpress ed è il contenuto di quest’ultima (NON la cartella stessa) che dovrai collocare sullo spazio hosting web dove dovrà risiedere il sito.

Per creare blog WordPress c'è bisogno di scaricare il pacchetto dell'ultima versione del CMS dalla pagina ufficiale di WordPress.org

Tale contenuto è formato da una serie di file e da tre cartelle (wp-admin, wp-includes, wp-content), a loro volta contenenti sotto-cartelle che nel complesso permettono a WordPress di funzionare.

Quando vai ad acquistare un hosting web si ricevono dal fornitore del servizio (provider) le coordinate per accedere a tale spazio.

Puoi accedere allo spazio di hosting in due modi:

  1. attraverso un pannello Web
  2. oppure via FTP con uno dei tanti programmi di trasferimento dati come Filezilla. In questo caso i dati di accesso forniti dal provider andranno inseriti in un programma client per trasferire file e cartelle da e verso uno spazio web.

Pannello di Filezilla per trasferire la cartella decompressa di WordPress dal pc allo spazio web acquistato.

Il trasferimento via FTP di cartelle e file di WordPress con Filezilla è semplicissimo.

Basta inserire all’interno dei tre campi predisposti, i dati di accesso corrispondenti all’indirizzo del sito, al nome utente e alla password così come forniti dal tuo provider.

Una volta connessi, se non ci sono stati errori nel digitare i dati di accesso, sulla destra del pannello comparirà lo spazio remoto dove trascinare o trasferire le cartelle ed i file di WordPress.

Creare un Database nell’installazione manuale

Quando si acquista un hosting compatibile con WordPress, il database MySQL può essere già pronto oppure ne dovrai creare uno attraverso gli strumenti del pannello di controllo del tuo provider.

La maggior parte dei fornitori di hosting web include tuttavia nel pacchetto la possibilità di creare un numero limitato o illimitato di database.

La procedura per creare un database MySQL è pressoché identica per tutti i maggiori fornitori di hosting. Vediamo come procedere traendo spunto da una delle guide di Salvatore Aranzulla.

Collegati con il pannello di controllo del tuo servizio di hosting e avvia la creazione di un nuovo database MySQL.

Partirà una procedura guidata durante la quale dovrai indicare il nome da assegnare al database, nome utente e password per la gestione dello stesso.

Alla fine della procedura otterrai un riepilogo della creazione del databse MySQL: prendine nota e recati nella cartella di WordPress che hai precedentemente trasferito in remoto (tramite Filezilla).

Cerca all’interno della cartella il file wp-config-sample.php e rinominalo in wp-config.php (va benissimo un quasiasi editor di testo).

Modifica il contenuto del file come segue:

  • Sostituisci il valore database_name_here nella stringa define(‘DB_NAME’, ‘database_name_here’); con il nome del database del tuo hosting.
  • Sostituisci il valore username_here nella stringa define(‘DB_USER’, ‘username_here’); con il nome utente dell’amministratore del database.
  • Sostituisci il valore password_here nella stringa define(‘DB_PASSWORD’, ‘password_here’); con la password che hai scelto durante la creazione del database MySQL.
  • Sostituisci il valore localhost nella stringa define(‘DB_HOST’, ‘localhost’); con l’indirizzo del database MySQL.
  • Individua le seguenti stringhe e sostituiscile con quelle presenti in questa pagina.

define(‘AUTH_KEY’,         ‘put your unique phrase here’);

define(‘SECURE_AUTH_KEY’,  ‘put your unique phrase here’);

define(‘LOGGED_IN_KEY’,    ‘put your unique phrase here’);

define(‘NONCE_KEY’,        ‘put your unique phrase here’);

define(‘AUTH_SALT’,        ‘put your unique phrase here’);

define(‘SECURE_AUTH_SALT’, ‘put your unique phrase here’);

define(‘LOGGED_IN_SALT’,   ‘put your unique phrase here’);

define(‘NONCE_SALT’,       ‘put your unique phrase here’);

  • Aggiungi un paio di caratteri dopo wp nella stringa $table_prefix  = ‘wp_’; in modo da ottenere qualcosa come $table_prefix  = ‘wp12_’;.
  • Salva le modifiche effettuate al file selezionando la voce Salva dal menu File.

Creare un blog e installare WordPress: creazione database.

Collegati all’indirizzo:

[indirizzo del tuo spazio Web]/wp-admin/install.php (es. www.miosito.com/wp-admin/install.php).

Partirà la procedura di configurazione iniziale di WordPress nella quale dovrai inserire il titolo del blog, il nome utente e la password che vuoi usare per scrivere ed il tuo indirizzo email.

Compila i campi e clicca su Installa WordPress. Se tutto è andato bene comparirà la schermata dell’avenuta installazione con successo e la possibilità di effettuare il log-in.

Schermata di login per effettuare l'accesso e avviare il tuo blog WordPress.

2) Installare WordPress in “automatico” (con un solo clic)

I servizi di web hosting migliori sono quelli che offrono la gestione del sito web attraverso Cpanel. Questo perché questo ambiente è ricco di funzionalità e adatto sia a principianti che agli utenti più esperti.

In Italia questo genere di servizio è offerto nell’hosting Dominiok.it e da qualche tempo anche su Siteground.

Attraverso il Cpanel di questi servizi, come di altri, è possibile installare in automatico (con un “clic”) WordPress ed evitare la procedura manuale che ti ho precedentemente descritto.

La procedura per installare automaticamente WordPress è pressoché identica per tutti i servizi di hosting che offrono questa possibilità.

Per installare WordPress in automatico trovi la guida cliccando sul link seguente: come installare WordPress e acquistare hosting e dominio web.

Come installare WordPress in automatico (con un

Adesso è tempo di proseguire nella guida per scoprire come creare un blog con WordPress.

Esperto WordPress per la creazione di siti web e blog in WordPress.Hai bisogno dell’aiuto di un Esperto WordPress? Ci sono IO! Puoi contattarmi gratuitamente per avere informazioni di ogni tipo e se sei interessato puoi richiedere le mie lezioni private sull’uso di WordPress, SEO e Web Marketing.

Come creare e gestire Pagine e Articoli del tuo Blog WordPress

Siamo arrivati alla fase in cui scoprire come creare pagine (statiche) e successivamente gli articoli (dinamici) del tuo blog su WordPress.

Il mio obiettivo è quello di spiegarti come creare rapidamente e facilmente contenuti statici e dinamici per il tuo sito, prima di pensare alla forma che dovrà assumere.

Tuttavia pare giusto chiarire che per contenuti “statici” si intendono le tradizionali pagine di un sito web. Mentre con contenuti “dinamici” ci riferisce a quella parte di contenuti che variano nel tempo, arricchendosi e aggiornandosi periodicamente: gli articoli.

WordPress suddivide questi due tipi di contenuto riferendosi ai contenuti statici primi con il nome di “pagine” e ai contenuti dinamici con il nome di articoli (o post in inglese).

Appena effettuato l’accesso all’area di amministrazione di WordPress (bacheca), ti troverai di fronte due aree distinte.

Quella a sinistra contiene tutte le funzionalità di WordPress, mentra a destra trovi la schermata che corrisponde alla funzionalità che hai selezionato.

Appena accedi alla bacheca ti troverai davanti alla schermata pricipale di default come nella figura seguente.

Schermata principale dell'area amministrativa di WordPress. Da questa schermata o bacheca (dashboard in inglese) nascono tutte le operazioni per creare e gestire un blog wordpress.

Ecco una panoramica veloce delle voci delle funzionalità principali disponibili all’inizio (in figura ci sono voci di altre funzionalità aggiuntive che per adesso non vedremo):

  • Bacheca. La voce di accesso principale (Home) al pannello aministrativo di WordPress (backend) in cui trovi una panoramica generale di informazioni e funzioni rapide sul sito.
  • Articoli. Dove è possibile elencare e creare gli articoli (post), le relative categorie ed etichette (tag) di cui parleremo in seguito.
  • Media. Permette di elencare e caricare immagini e altri file multimediali (all’interno della libreria) e definire gli attributi.
  • Pagine. Permette di elencare e creare le pagine del sito.
  • Commenti. Contiene gli strumenti per il monitoraggio e la gestione dei commenti.
  • Aspetto. Contiene tutte le funzionalità legate all’estetica ed alla struttura del sito.
  • Plugin. Permette di caricare, attivare e disattivare le estensioni di WordPress, per aggiungere nuove funzionalità a quelle di base del CMS.
  • Utenti. Permette di creare nuovi utenti e gestire i profili di quelli esistenti, compreso l’amministratore.
  • Strumenti e Impostazioni. Da queste due voci è possibile configurare gli aspetti di base di WordPress e le funzionalità aggiunte andando ad installare i plugin.

La struttura dei permalink

Prima di creare pagine e articoli con WordPress è importante agire su una delle impostazioni più importanti, che in genere seguono l’installazione di WordPress: i permalink.

Cliccando su Impostazioni > Permalink visualizzi la schermata dove puoi definire la struttura che WordPress utilizzerà per ogni URL.

Io ti consiglio di cliccare semplicemente sulla voce Nome Articolo e attivare la conferma. In questo modo otterrai una struttura della URL più comprensibile rispetto al formato del permalink nativo.

Modificare la struttura dei permalink su WordPress.

Se può esserti utile ho scritto un articolo per capire come scegliere la migliore struttura per i permalink WordPress.

Creare una Pagina WordPress

Adesso vediamo come creare la tua prima pagina WordPress.

Cliccando su Pagine > Aggiungi nuovo oppure, nella barra superiore, su Nuovo > Pagina ha inizio il processo di creazione di una pagina.

A questo punto compare la schermata dove potrai iniziare a creare la tua nuova pagina WordPress.

Schermata dove creare una nuova pagina WordPress: i due riquadri per l'inserimento del titolo e del contenuto.

Nei due riquadri, che vedi sopra in figura, puoi digitare il titolo ed il testo della pagina (nel riquadro bianco più grande).

Al riquadro di scrittura del testo, possono essere applicati, come in un tradizionale programma di videoscrittura, vari stili utilizzando gli strumenti nella parte alta del riquadro.

Fra il riquadro del titolo e quello del contenuto è presente il pulsante Aggiungi Media: con il quale puoi inserire un’immagine o qualsiasi altro contenuto multimediale.

Per posizionare la tua immagine nel punto esatto della porzione di testo che desideri, basterà posizionarti nel punto esatto col muose. Dopo ciò ti basterà cliccare su Aggiungi Media e decidere di inserire un elemento già caricato in Libreria, oppure caricarne uno da pc.

L’allineamento delle immagini (sinistra, centro, destra) può essere deciso sia in fase di inserimento che dopo.

Una volta composto il contenuto della pagina è il momento di andarla a pubblicare: cliccando sul pulsante Pubblica.

Pubblicare pagina WordPress.

Se ancora non vuoi pubblicare la pagina, puoi salvarla temporaneamente come bozza con Salva Bozza.

Puoi viualizzarne anche un’anteprima cliccando sul pulsante Anteprima.

Successivamente, dopo la pubblicazione della pagina, il pulsante pubblica assumerà la dicitura di Aggiorna.

Creare un Articolo WordPress

La creazione di articoli WordPress avviene con le stesse modalità già viste per le pagine.

Ma trattandosi, in questo caso, di contenuti dinamici sarà possibile organizzarli cronologicamente(in automatico) in categorie ed etichette (tag).

Per creare clicca su Articoli > Aggiungi nuovo e segui la stessa procedura della creazione di una pagina.

Sotto il pannello Pubblica, visto precedentemente nelle pagine, ci sono tre nuovi pannelli: Formato, Categorie e Tag.

Pannello per creare un articolo wordpress.

Come formato solitamente viene lasciato quello standard. Mentre con categorie e tag è possibile creare e assegnare categorie ed etichette per organizzare in modo efficace gli articoli. Questo anche a favore di una maggiore navigabilità dei contenuti da parte dei lettori (usabilità).

Categorie e tag possono essere anche create, oltre che gestite, per mezzo delle omonime voci del menu Articoli nell’area amministrativa di WordPress.

Per creare categorie WordPress, tieni presente che anche le categorie stesse sono da considerare alla stregua di una pagina o articolo.

Come Gestire il Menu di WordPress

Per creare un blog con WordPress e renderlo efficace è necessario imparare a gestire il menu.

Prima di illustrarti le opzioni che permettono la personalizzazione dei menu in WordPress, è importante precisare che i menu personalizzati vanno assegnati al tema in uso (attivo). Di conseguenza andranno poi riassegnati qualora si decidesse di cambiare tema.

Detto ciò, vediamo come WordPress ci permette di configurare i menu a nostro piacimento, migliorando incisivamente la navigabilità del sito.

Cliccando su Aspetto > Menu si accede alla creazione e configurazione del menu principale e degli altri eventuali menu presenti nel tema.

Pannello per creare e gestire i menu di WordPress.

Proprio il tema utilizzato, mette a disposizione eventuali menu aggiuntivi oltre quello di navigazione principale.

Per creare un nuovo menu devi digitare il nome nel campo Nome menu (es. Menu principale) e cliccare su Crea menu sulla destra (bottone blu).

Sarai portato alla schermata successiva come in figura seguente, in cui andranno collocate le voci di menu corrispondenti alle pagine create.

Per aggiungere queste ultime, basterà selezionarle nei riquadri e cliccare sul pulsante Aggiungi al menu.

Successivamente è possibile trascinarle e disporle nell’ordine desiderato.

Definite le voci del menu, sarà necessario selezionare a quale di dei menu disponibili associarle, usando le caselle di spunta in corrispondenza dell’opzione Posizione del tema. Infine occorre cliccare su Salva menu.

La scheda Gestion posizioni, selezionabile con l’omonima etichetta in alto a destra, contiene l’altra schermata di configurazione in cui è possibile assegnare i menu creati a quelli disponibili nel tema in uso.

I due pannelli Link e Categorie permettono di aggiungere rispettivamente dei collegamenti (a risorse interne o esterne) e delle categorie.

Il pannello Link può essere utile in particolare per creare voci di menu “vuote”, da utilizzare per creare dei sotto-menu e ottimizzare lo spazioall’interno della barra di navigazione.

Come Scegliere e Installare un Tema WordPress

Come scegiere e installare un tema per creare un blog con WordPress.

I temi rappresentano la parte grafica e strutturale di un sito creato con WordPress. Sono quindi di fondamentale importanza per migliorare la comunicazione con gli utenti e rendere la loro esperienza di navigazione piacevle ed utile.

Scegliere i temi WordPress giusti è quindi uno dei passaggi fondamentali per creare un blog WordPress di successo, siaesso un e-commerce o altro tipo di sito.

Di defoult, in assenza di un tema scelto da te, WordPress te ne assegna uno pronto da usare (TwentySixteen).

Ma i siti dove trovare buoni temi, sia gratis che a pagamento, sono tantissimi: WordPress.org (la repository ufficiale), Envato, Elegant Themes.

Come Installare e Attivare un Tema WordPress

Con WordPress puoi installare un nuovo tema in due diverse modalità:

  • direttamente dalla galleria di WordPress.org
  • attraverso il caricamento di un file compresso.

In entrambi i casi, una volta caricato il tema scelto si potrà attivarlo ed iniziare ad utilizzarlo cliccando su un semplice link.

Per caricare un tema basta cliccare su Temi nella barra verticale a sinistra dell’area amministrativa e poi sul pulsante Aggiungi nuovo nella schermata che mostra i temi già installati.

A questo punto è possibile scegliere e installare uno dei temi disponibili su WordPress.org oppure cliccare sul pulsante Carica tema se si dispone di un file compresso contenente un tema scaricato.

Nel primo caso, di un tema caricato direttamente da WordPress.org, è possibile sfogliare i temi disponibili facendo uso dei filtri disponibili: cercando i temi in evidenza, Popolari, nuovi).

Oppure restringere la ricerca dei temi per mezzo del Filtro funzionalità che applica parametri specifici alla selezione. O ancora digitando il nome di un tema specifico che già conosciamo.

Per ogni tema ricercato è possibile vedere anche un Anteprima, cliccando sul bottone di fianco ad Installa.

Come Configurare il Tema

Una volta installato il tema viene in genere aggiunta una nuova voce al pannello di amministrazione di WordPress, contenente il nome del tema attivato.

Cliccando sul nome del tema attivato si potranno modificare le opzioni grafiche che quel tema mette a disposizione: modificare i colori, i caratteri, il layout ecc.

Le opzioni variano da tema a tema quindi non è possibile fare una guida generica sulle ozioni da gestire.

Infine alla voce del menu Aspetto, cliccando su Personalizzazione è possibile personalizzare le opzioni di base del tema (comuni più o meno a tutti i temi).

Le opzioni di base del tema possono essere:

  • il Titolo del sito e il Motto
  • le posizioni del Menu
  • la scelta della pagina home (se statica o dinamica riferita alla sezione blog).

Più il tema scelto sarà di tipo professionale e più funzioni e opzioni da gestire ed attivare ci saranno. Per questo motivo ti consiglio, se vuoi creare un blog con WordPress professionale di scegliere sempre un buon tema a pagamento (premium).

Come installare un Plugin WordPress

Per installare un plugin WordPress per aggiungere funzionalità al tuo sito web, il procedimento è pressoché identico a quello per installare un tema.

L’unica differenza è che successivamente il plugin installato, avrà bisogno di essere configurato in base a quelle che saranno le tue esigenze.

Con i plugin avrai la possibilità di aggiungere funzionalità per migliorare l’aspetto grafico, gestionale e le performance del tuo sito.

Come per i temi ci sono plugin sia gratis che a pagamento ed è possibile scaricarli da WordPress.org (come descritto per il tema) oppure sui siti specializzati.

Come installare un plugin wordpress.

Conclusioni

In questa guida per creare un blog gratis con WordPress ci ho messo tutto me stesso (e anche di più)! Ti ho spiegato passo dopo passo come installare WordPress ed impostare la struttura dei tuoi permalink. Successivamente abbiamo visto come cercare e installare tema e plugin wordpress. Adesso sei pronto per scoprire come creare un blog gratis con wordpress e portarlo al successo!

Se ti è piaciuta questa guida non dimenticare di condividerla! Per scrivere la guida ho impiegato tempo, condividere sarebbe un gesto gentile per ripagarmi del lavoro svolto. Grazie!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Condividi adesso!